Gastrobase.it
Gastroenterologia Xagena
Xagena Mappa
Medical Meeting

Vedolizumab versus Adalimumab per colite ulcerosa da moderata a grave


Le terapie biologiche sono ampiamente utilizzate nei pazienti con colite ulcerosa. Mancano studi diretti su queste terapie in pazienti con malattia infiammatoria intestinale.

In uno studio di fase 3b, in doppio cieco, randomizzato, condotto in 245 centri in 34 Paesi, è stato confrontato Vedolizumab ( Entyvio ) con Adalimumab ( Humira ) negli adulti con colite ulcerosa da moderatamente a gravemente attiva per determinare se Vedolizumab fosse superiore.
Una precedente esposizione a un inibitore del fattore di necrosi tumorale ( TNF ) diverso da Adalimumab era consentita entro il 25% dei pazienti.

I pazienti sono stati assegnati a ricevere infusioni di 300 mg di Vedolizumab il giorno 1 e alle settimane 2, 6, 14, 22, 30, 38 e 46 ( più iniezioni di placebo ) o iniezioni sottocutanee di 40 mg di Adalimumab, con una dose totale di 160 mg alla settimana 1, 80 mg alla settimana 2 e 40 mg ogni 2 settimane da lì in poi fino alla settimana 50 ( più infusioni di placebo ).
L'escalation della dose non era consentita in nessuno dei due gruppi.

L'esito primario era la remissione clinica alla settimana 52 ( definita come un punteggio totale di 2 o inferiore sulla scala Mayo, con intervallo da 0 a 12, con punteggi più alti ad indicare una malattia più grave, e nessun sottopunteggio superiore a 1, con intervallo da 0 a 3, su uno dei quattro componenti della scala Mayo ).

Per controllare l'errore di tipo I, gli esiti di efficacia sono stati analizzati con una procedura di test gerarchico, con le variabili nel seguente ordine: remissione clinica, miglioramento endoscopico ( sottopunteggio da 0 a 1 sulla componente endoscopica di Mayo ) e remissione senza corticosteroidi alla settimana 52.

In totale 769 pazienti sono stati sottoposti a randomizzazione e hanno ricevuto almeno una dose di Vedolizumab ( 383 pazienti ) o Adalimumab ( 386 pazienti ).

Alla settimana 52, è stata osservata remissione clinica in una percentuale più alta nel gruppo Vedolizumab rispetto al gruppo Adalimumab ( 31.3% vs 22.5%; differenza, 8.8 punti percentuali; P=0.006 ), così come il miglioramento endoscopico ( 39.7% vs 27.7%; differenza, 11.9 punti percentuali; P minore di 0.001 ).

La remissione clinica priva di corticosteroidi si è verificata nel 12.6% dei pazienti nel gruppo Vedolizumab e nel 21.8% nel gruppo Adalimumab ( differenza, -9.3 punti percentuali ).
I tassi di incidenza di infezione adeguati all'esposizione sono stati di 23.4 e 34.6 eventi per 100 anni-paziente con Vedolizumab e Adalimumab, rispettivamente, e i tassi corrispondenti per infezione grave sono stati pari a 1.6 e 2.2 eventi per 100 anni-paziente.

In questo studio che ha coinvolto pazienti con colite ulcerosa da moderatamente a gravemente attiva, Vedolizumab è risultato superiore ad Adalimumab per quanto riguarda il raggiungimento della remissione clinica e il miglioramento endoscopico, ma non la remissione clinica priva di corticosteroidi. ( Xagena2019 )

Sands BE et al, N Engl J Med 2019; 381: 1215-1226

Gastro2019 Farma2019


Indietro