Gastroenterologia Xagena
EASL 2017
AASLD

Predire la prognosi nei pazienti con colite ulcerosa: importanza della colonscopia


La colite ulcerosa è un disordine infiammatorio intestinale, cronico, caratterizzato da esacerbazioni e remissioni.

Alcuni pazienti affetti da colite ulcerosa rimangono refrattari al trattamento convenzionale, mentre, in altri, l’efficacia dei farmaci è limitata dagli effetti indesiderati.

La Ciclosporina ( Sandimmun ) e la terapia di rimozione dei leucociti sono state impiegate nei pazienti con colite ulcerosa refrattaria al trattamento.

I parametri endoscopici nei pazienti con colite ulcerosa grave o refrattaria possono predire una risposta clinica alle terapie.

Per i pazienti con colite ulcerosa quiescente, è difficile predire la recidiva di colite ulcerosa mediante colonscopia.
Anche quando la colonscopia di routine ha indicato remissione ed ha mostrato un normale aspetto della mucosa, le anormalità a livello microscopico possono persistere e la recidiva può presentarsi in tempi successivi.

E’ importante identificare più accuratamente l’attività di malattia e la capacità di predire le esacerbazioni nei pazienti con colite ulcerosa, in modo da decidere se il trattamento medico deve essere mantenuto.

La colonscopia con colonscopio a lente di ingrandimento può essere utile per valutare l’attività di malattia e per predire la recidiva nei pazienti con colite ulcerosa. ( Xagena2008 )

Ando T et al, World J Gastroenterol 2008; 14: 2133-2138


Gastro2008


Indietro